24 febbraio 2010
Impariamo a proteggerli ed amarli
Dedica del tempo a parlare con i tuoi figli: scoprirai qualcosa che non ti aspetti e potrai mantenere aperto un dialogo privilegiato per le loro difficoltà.

Conosce se stesso?
Insegna al tuo bambino non solo il suo nome e il cognome, ma fagli conoscere il resto della famiglia: aumenterà il suo senso di identità e saprà a chi rivolgersi al momento del bisogno.

Difendi la tua e la sua privacy
Scegli bene a chi dare informazioni personali o familiari: insegna ai tuoi figli ad avere fiducia negli altri, ma mettili in guardia sulle possibili insidie.

Dai fiducia ai tuoi figli
Permetti ai tuoi figli di fare le loro esperienze di autonomia, ma preservali dai cattivi incontri chiedendo apertamente informazioni sulle loro amicizie e sui loro spostamenti.

Controlla le informazioni
Senza fare il “poliziotto”,  fa in modo di sapere sempre dove sono i tuoi figli e come sono rintracciabili anche se hanno avuto impegni non programmati: partita di calcetto, festicciola, incontro amoroso, sciopero a scuola, etc.

Accompagnamenti
Se non puoi accompagnare i tuoi figli a scuola, mandali con qualcuno di cui ti fidi o in gruppo.

La merenda
Insegnagli che è sempre meglio non accettare nulla dagli estranei (dolci e bevande, passaggi in moto, biglietti gratis etc.) e che le cose preparate in casa o in proprio, sono sempre le migliori.

Ha il diritto di dire NO!
Dire di no è un suo diritto e sintomo di una crescita sana: permettigli di esprimerlo anche nei tuoi confronti e chiedigli il motivo; la discussione è senz’altro più produttiva delle cose non espresse.

I NO sono il SALE della vita
Se i tuoi figli desiderano qualcosa che tu non puoi o non vuoi concedere loro, mantieni la posizione e cerca di spiegar loro i motivi e le tue necessità: solo i SI’ non vanno motivati.

In caso di viaggio improvviso
Se sei separata/o o divorziata/o e i tuoi figli sono con l’altro genitore, accertati di essere informata/o sempre, prima di un viaggio, anche improvviso, che li coinvolga. Essere informati non vuol dire decidere o, peggio, opporsi ad un progetto di viaggio che i tuoi figli faranno con il tuo/a ex.

Drastiche soluzioni
Pensa bene prima di punire i tuoi figli quando ammettono con te qualcosa di spiacevole. Educali al confronto su qualsiasi argomento.

Non tutti sono cattivi
Non coltivare il seme della sfiducia (i tuoi figli potrebbero crescere pieni di paure) ma quello del dubbio sì: proteggerli non vuol dire insegnar loro a fuggire di fronte a chiunque solo perché potrebbe essere un “cattivo”.

A volte, Internet può essere pericoloso...
Tieni il computer in un posto centrale della casa e cerca di imparare ad usarlo (non è difficile). Aiuta i tuoi bambini ad usarlo in maniera equilibrata e stabilisci delle regole ben precise, senza dimenticare che la rete è come il mondo reale: ci sono le cose belle e le cose brutte e adottando un minimo di precauzioni si può esplorare il virtuale in tutta tranquillità.

Noi ti ascoltiamo
Per qualsiasi problema legato a molestie sessuali nei confronti dei tuoi figli, chiama tranquillamente l’Ufficio Minori – 113.  Ci sono persone in grado di ascoltarti e proporre soluzioni.


*(A cura dell’Ufficio Minori della Polizia di Stato in collaborazione con il Laboratorio di Psicologia Applicata alla Criminalistica del Servizio di Polizia Scientifica della Polizia di Stato)


Tratto dal sito ufficiale della Polizia di Stato: Link Sito della Polizia

0 commenti:

Posta un commento

Per ricevere gli articoli comodamente via Email:

oppure puoi iscriverti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

Translate:

Post più popolari

Lettori Fissi:

Condividi su:

Bookmark and Share

Contatore sito