06 settembre 2010

Wi-Fi_clip_image002_0000 Uno dei metodi preferiti dagli hacker per compiere i loro atti poco leciti e quello  di utilizzare una rete possibilmente non riconducibili alla loro identità, per questo tra le reti più semplici e adatte a tale scopo sono le reti wii-fi spesso aperte all’utilizzo da parte di chiunque, molto spesso quando compriamo un nuovo router lo utilizziamo con le impostazioni di fabbrica,  in genere questi parametri standard  sono provvisori e per questo conosciuti da tutti, visto che le password provvisorie per l’accesso al pannello di amministrazione,  di default sono quasi sempre “admin” o “password” in base alla marca o modello di router e per questo reperibili da chiunque.

Lasciare il proprio router aperto alla connessione di chiunque e come lasciare aperta la propria porta di casa a chiunque senza controllo, dando la possibilità a chi si collega alla nostra rete di frugare e rubare i file personali del nostro pc, oltre a dargli la possibilità di rubare la nostra identità per compiere atti illeciti che in seguito possono essere attribuiti a noi senza saperne niente, in oltre il pirata informatico può scaricare materiale illecito e salvarlo sul nostro computer o periferica di rete in modo di recuperarlo e visionarlo quando vuole, spesso ospitare tale materiale in genere ben nascosto può essere più che pericoloso.

Per questo appena installiamo il nostro router come prima cosa bisogna configurare alcune cose:

  1. Cambiare la password di amministrazione per l’accesso al  pannello di configurazione del router.
  2. Cambiare il nome della rete “ssid”, o meglio il nome della rete che viene visualizzato sul computer, in modo da nascondere il modello di router per rendere più difficile la violazione di tale rete, visto che spesso il nome di default e la marca del router e per chi lo conosce diventa facile controllarlo a suo piacimento.
  3. Impostare una buona chiave di criptazione della rete a tal proposito ve ne sono due tipi:

a) la protezione WEP (Wire equivalent protection) che purtroppo è stata eliminata quasi definitivamente poiché è facilmente superabile;

b) Il secondo è quello ancora in uso ed è la WPA (Wi-fi protected access) che è la più sicura.

quindi la criptazione da usare e la WPA e la password per essere sicura deve contenere una sequenza alfa numerico di almeno 11 caratteri con qualche maiuscola ad esempio: (2da45G654322GHjn7UUgu3442fft5), in modo che la decifrazione sia il più difficile possibile si consiglia non usare nomi e parole comuni molto spesso scontate dai pirati informatici.

In genere i router sono provvisti di firewall NAT ed è sempre consigliabile tenerlo attivato.

L’ultimo accorgimento sarebbe quello di impostare il router su IP statici in modo da configurare solo gli indirizzi IP per ogni singolo computer della rete anche se una procedura un po più lunga ma non difficilissima.

0 commenti:

Posta un commento

Per ricevere gli articoli comodamente via Email:

oppure puoi iscriverti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

Translate:

Post più popolari

Lettori Fissi:

Condividi su:

Bookmark and Share

Contatore sito