08 ottobre 2011

apple jobsQuesto post voglio dedicarlo alla memoria di un grande imprenditore che ha rivoluzionato l’informatica, ed un semplice uomo di passaggio sulla finestra del mondo che ha lasciato il suo segno nella storia,  Steven Paul Jobs, noto semplicemente come Steve Jobs ,nato a San Francisco,il 24 febbraio 1955 e morto a Palo Alto, il 5 ottobre 2011. Sicuramente in molti sanno in modo generico chi era e quando é morto, visto che ha presentato spesso negli ultimi anni i nuovi e rivoluzionari prodotti Apple, come l’iphone, ipod e ipad, che in moltissimi conoscono e in tantissimi possiedono. Quest’uomo non é stato solo colui che ha inseguito un sogno rendendolo realtà facendolo diventare un impero economico, ma ha cambiato totalmente il modo di lavorare e di vivere di milioni di persone grazie alla sua tecnologia abbinata ad un Design unico.

Oltre ad essere un grande interprete che ha saputo cavalcare l’onda delle esigenze e delle tendenze della società, é stato un semplice uomo che grazie alla sua visione del mondo e dedizione al suo lavoro creato da un sogno che unito al suo ingegno é diventato realtà, un uomo che in molti conoscevano come tenace e spesso non proprio gentile che viveva la vita secondo una propria filosofia come se ogni giorno fosse l’ultimo. Ma che quando ha saputo che la sua battaglia più grande era iniziata, quella contro un male che non lascia tante speranze, ha lottato per dedicare il tempo dovuto a chi gli era vicino, la sua famiglia, per lasciargli un ricordo di se che andasse oltre quella dell’uomo che visse all’ombra della mela con il morso, di cui lui ne é il padre che gli ha fatto conoscere il mondo, o meglio che ha fatto conoscere ed apprezzare al mondo.

Il perché solo adesso gli dedico un post, a distanza di tre giorni dalla sua morte, perché come tutti lo conoscevo di fama  come colui che ha fondato l’Apple e la resa grande, ma dopo la notizia della sua morte ho deciso di approfondire la sua storia, il suo vissuto e la sua filosofia di vita, ed ho scoperto cose di lui che mi hanno mostrato il suo duro passato, da bambino dato in adozione e che non ha voluto frequentare l’università per una sua scelta, ma ha lavorato sodo per realizzare una sua intuizione che era il suo sogno diventato realtà.

Addio Steven Paul Jobs, l’uomo che morsicò la mela.

0 commenti:

Posta un commento

Per ricevere gli articoli comodamente via Email:

oppure puoi iscriverti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

Translate:

Post più popolari

Lettori Fissi:

Condividi su:

Bookmark and Share

Contatore sito