26 marzo 2012
articolo18_NPer anni gli imprenditori hanno denunciato la difficoltà nel portare avanti la loro azienda, per la troppa burocrazia sempre più spesso lunga e costosa, senza parlare delle tasse sempre più gravose sulle disponibilità finanziarie aziendali, da sempre hanno sostenuto che era la pressione fiscale a creargli problemi.
Ma il governo cosa ha fatto, ha aumentato le tasse specialmente ai soliti noti che lavorano e già non arrivare a fine mese, ma tutto questo non bastava adesso aboliamo quel maledetto articolo 18 così oltre a percepire un sempre più misero stipendio non avremo neanche la certezza di un lavoro, visto che saremo assunti fin quando va bene alle imprese che potranno decidere di licenziare e assumere quando e come vorranno, senza che nessuno possa dire niente, basta con le solite storie su norme che tutelino dal licenziamento indiscriminato o discriminatorio, tanto si sà che in Italia prima che nasca la malattia e già nata la medicina per fregarla.
Le aziende saranno pur felici di tutto ciò adesso, penso che anche loro dopo ne pagheranno le conseguenze, quando i consumi caleranno per mancanza di soldi o per paura dell’incertezza del futuro, se ne accorgeranno quando i supermercati saranno aperti fino a tardi ma nessuno ha i soldi per andare a fare la spesa.
Come fà il governo a pretendere di inserire i giovani nel mondo del lavoro se per le scelte del governo sovrano  saranno i settantenni ad essere costretti a lavorare per riuscire a vivere e sperare in qualche anno di pensione dopo, quantomeno per raccogliere i soldi necessari per il proprio funerale.

0 commenti:

Posta un commento

Per ricevere gli articoli comodamente via Email:

oppure puoi iscriverti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

Translate:

Post più popolari

Lettori Fissi:

Condividi su:

Bookmark and Share

Contatore sito