02 agosto 2016
Questa mattina non è iniziata bene, sarà per la nottataccia trascorsa girandomi nel letto cercando una posizione che mi consentisse di dormire. Invece quel drenaggio, cavolo,! Un tubo nella pancia che ti impedisce di muoverti. Nel sonno poi, devi stare comunque allerta e fare attenzione a non tirarlo troppo, insomma anche quando ti rilassi e sembra che il sonno sopraggiunga,... ti viene in mente che il tubo che si raccorda ad un contenitore aspirante è li a ricordarti di muoverti con attenzione e delicatezza.
Così dopo le mille peripezie della notte, mi sveglio alle prime luci dell'alba aspettando che un altro giorno trascorra.
Forse il nervosismo di oggi è causato un po' dal tempo che lascia intravedere un sole pallido, un cielo grigio tipico delle giornate su al nord di mezza estate, forse un po' sapere che famigliari e amici sono in trepida attesa di avere notizie sul decorso clinico e su quando potrò essere dimessa, ma tutto tace.
Io, fisicamente mi sento meglio, mi alzo, faccio qualche breve tratto a piedi, mangio, certo quello che passa il convento come si suole dire, ma è sufficiente in questo momento.
Psicologicamente? Per fortuna ho amiche fantastiche che oltre a non lasciarmi mai sola, mi sostengono e mi fanno ridere con le sciocchezze che dicono, a proposito sapete che anche scientificamente è stato dimostrato che la terapia del sorriso aiuta la guarigione? E poi ci sono i familiari, che sono sempre presenti, non potrei chiedere di più.
Ma oggi in modo particolare sono in attesa di un primo superficiale riscontro istologico, non il definitivo ma comunque interessante perché in prima battuta ci può orientare verso quello che sarà il prossimo futuro.
L'ansia e la preoccupazione aumenta, sono umana anche io, che pretendete, ne va del futuro non solo mio ma anche di chi mi vuole bene.
Oggi la definirei una giornata particolare, ma se come per questo sole che sembra voglia uscire dalle nuvole per illuminare e dare valore, allora anche la mia giornata sicuramente può migliorare.
Poi un po' di musica di sottofondo, aiuta a rilassarmi e fare scivolare meglio questa lunga giornata.
Comunque sia il motto di oggi è: i guerrieri sorridono anche quando va tutto male, ed io sono una guerriera.
Vivi

0 commenti:

Posta un commento

Per ricevere gli articoli comodamente via Email:

oppure puoi iscriverti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog! Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

Translate:

Post più popolari

Lettori Fissi:

Condividi su:

Bookmark and Share

Contatore sito